Marco Ferrari

Si laurea allo IUAV nel 1994. Dal 2005 al 2013 è docente a contratto in Composizione Architettonica all’interno dei Corsi di Laurea Specialistica e Magistrale dello IUAV. Dal 2014 è ricercatore in Composizione Architettonica e Urbana.

Dal 1995 svolge attività di progettazione con sede a Treviso anche con la partecipazione a numerosi concorsi, dove ha ricevuto, più volte, premi e riconoscimenti.  Dal 1997 al 2001 è membro del gruppo G Arch. Dal 2001 al 2011 è socio dello studio Amaca Architetti Associati. Dal 2011 al 2014 è socio dello studio Febo_Ferrari Bosio Architettura.

Nel 2002 e nel 2005 e nel 2009 riceve il Premio di Architettura Città di Oderzo, nel 2005 viene segnalato con la targa d’argento al Premio Europeo di Architettura L. Cosenza e nel 2010 un suo progetto viene selezionato per la mostra “Equivivere – per un’architettura sostenibile”.

Ha scritto saggi sulla materialità dell’architettura, sulla trasformazione delle aree industriali nei territori della dispersione, sul progetto di architettura in relazione alla città contemporanea. Nel 2013, per Quodlibet, pubblica Architettura e materia. Realtà della forma costruita nell’epoca dell’immateriale.